Considerato l’emergenza epidemiologica dichiarata sull’intero territorio nazionale;
Visto l’art. 1, c. 6 del D.P.C.M. 11 marzo 2020 che impone fino al 25 marzo 2020, ai fini del contrasto del contagio, il ricorso al lavoro agile quale modalità ordinaria della prestazione lavorativa da parte dei dipendenti pubblici;
Visto l’art. 25 del decreto legislativo n. 165/2001 che radica in capo ai dirigenti scolastici la competenza organizzativa dell’attività delle istituzioni scolastiche affinché sia garantito il servizio pubblico di istruzione;
Tenuto conto, da un lato, della natura di servizio pubblico essenziale attribuita dalle norme al servizio scolastico e, dall’altro, della necessità di minimizzare, in questa fase emergenziale, le presenze fisiche nella sede di lavoro;
Constatato che le sole attività indifferibili da rendere in presenza sono le seguenti: sottoscrizione contratti di supplenza, consegna istanze, ritiro certificati in forma cartacea, ritiro posta cartacea, verifica periodica dell’integrità delle strutture.
Constatato che le attività didattiche continueranno ad essere effettuate in modalità a distanza fino al 03/04/2020;

DISPONE

                     a far data dal giorno 17/03 marzo 2020 e fino al 25/03/2020 p.v.:

  • il ricevimento del pubblico è limitato ai soli casi di stretta necessità e secondo le modalità sotto riportate;
  • gli uffici di segreteria operano da remoto secondo la modalità del lavoro agile;
  • i servizi erogabili solo in presenza qualora necessari (sottoscrizione contratti di supplenza, consegna istanze, ritiro certificati in forma cartacea ecc.) sono garantiti su appuntamento tramite richiesta da inoltrare a indirizzo mail dell’Istituto meic83800e@istruzione.it
  • le eventuali esigenze degli utenti sono soddisfatte a distanza, attraverso comunicazioni e-mail.

                                                                INOLTRE

Il D.S.G.A. provvederà ad impartire al personale A.T.A. specifiche disposizioni affinché:

  • gli assistenti amministrativi prestino servizio in modalità agile;
  • i collaboratori scolastici prestino servizio in presenza secondo turnazione, prevedendo che le unità non presenti fruiscano delle ferie da consumare entro il 30 aprile e che, esaurite le stesse, siano esentate ex art. 1256, c. 2 del c.c.;
  • siano effettuati periodici sopralluoghi per verificare lo stato dei beni e dei locali scolastici con cadenza settimanale e secondo area di competenza di ciascun c.s.;
  • l’edificio scolastico di Castell’Umberto resti aperto al pubblico.

Tutto il personale impegnato in modalità agile compilerà i report predisposti a tal fine con cadenza giornaliera.

Il presente provvedimento viene reso pubblico sul sito internet dell’istituzione scolastica e potrà essere annullato, prorogato o riprogrammato nel momento in cui la situazione dovesse mutare.